INVIO TELEMATICO DEI CORRISPETTIVI ELETTRONICI

A partire dal 1° luglio, lo scontrino elettronico sarà obbligatorio per tutti i soggetti con un volume d’affari superiore a 400.000 euro, dal 1° gennaio 2020 saranno invece coinvolti tutti i soggetti di cui all’articolo 22 del D.P.R. Iva 633/1972 (salvo specifici casi di esonero) i quali dovranno adeguarsi ai corrispettivi telematici.

Sarà una vera e propria rivoluzione che farà passare scontrini e ricevute dalla carta al digitale.

Si passerà dal “vecchio” registratore di cassa al registratore telematico, ovvero a nuovi strumenti tecnologici in possesso di tutte le caratteristiche tecniche definite dal provvedimento dell’Agenzia delle Entrate per assicurare la sicurezza dei dati memorizzati

Il primo passo per adeguarsi a questa normativa sarà sicuramente acquistare nuovi registratori telematici o adeguare quelli in uso, affinché essi siano in grado di inviare a fine giornata ed in maniera automatizzata, il flusso di tutti dati memorizzati al suo interno all’Agenzia delle Entrate.

Per facilitare questo enorme cambiamento è stato introdotto un credito d’imposta pari al 50% della spesa sostenuta.

Il contributo è valido per le spese sostenute nel 2019 e nel 2020.

Il nuovo bonus per chi acquista un nuovo registratore di cassa, costituirà in un credito d’imposta:

  • massimo 250,00 euro,per gli adattamenti di un dispositivo già di possesso il contributo sarà fino a 50 euro.

Non farti trovare impreparato, il Gruppo Valori ti seguirà in ogni fase di questo processo.

 

Share This
Apri la chat, siamo qui per aiutarti!
Realizzato da Video Marketing Toscana